IL MIO VECCHIO LAGO
Viaggio nelle cartoline d'epoca di Orta San Giulio

"(...) E' l'aria, il sole, il profumo di Orta, unico e inconfondibile. Ti va al cuore, ed inutile che tu ti curi: rasserenati, muori avvelenato.
Lentamente, piacevolmente, sadicamente, se vuoi, ma pur sempre un morir di veleno (...)."

Gabriele Galli (1941)

__________________________________________________

lago d'orta

IL VIAGGIO:

 La piazza di Orta   La stazione e la scesa al lago La sponda e il lago  Gli alberghi scomparsi  




orta san giulio / ingresso

 




1998-2015 orta.net